IMG-20140723-WA0001_resized

Consiglio Comunale del 21 luglio 2014

IMG-20140723-WA0001_resized

Lunedì 21 luglio scorso in consiglio comunale sono stati discussi alcuni importanti odg presentati dal PD e dal resto della minoranza consiliare.

L’opposizione (Città Libera, PD, Nuovo Centrodestra, Per cambiare Maglie), come già nel precedente consiglio comunale del 26 giugno (quando fu presentato l’odg riguardante il “Divieto di installazione di nuovi impianti, per 10 anni, sulle aree della ex Copersalento, allo scopo di consentire la dissoluzione di ogni forma di inquinamento”) ripresentando il predetto ODG in Consiglio, ha ribadito l’importanza della questione ambientale che a Maglie assume una rilevanza maggiore in virtù delle trascorse vicende riguardanti l’inquinamento del terreno e non solo, dovuto all’attività svolta in passato dalla ex Copersalento.

Dopo una lunga discussione l’odg in questione, è stato infine approvato dal Consiglio Comunale, con il voto favorevole delle opposizioni, del Sindaco di Maglie, Antonio Fitto, e del consigliere di Forza Italia, Antonio Leucci e con l’astensione degli altri Consiglieri di maggioranza.

Tale ODG vieta l’installazione di nuovi impianti sul sito della ex Copersalento per i prossimi 10 anni, salvo che nel frattempo non intervenga, ai sensi dell’art. 242 Cod. Ambiente, la caratterizzazione (e quindi l’eventuale bonifica) dell’area. Per quest’ultima procedura il Consiglio Comunale ha dato mandato al Sindaco affinchè ne verifichi costi, tempi e modalità di avviamento.

Nel corso del medesimo consiglio comunale il PD, sulla scorta del Parere Paesaggistico espresso dalla Regione in merito alla lottizzazione dei comparti 13A e 13B, meglio noti come zona Franite, che impone prescrizioni e indirizzi sostenendo la rilevanza dei beni del paesaggio agrario presenti in quei terreni, ha proposto due ODG tesi ad impegnare l’Amministrazione al censimento dei suddetti beni e delle alberature.

Tale odg è stato bocciato dalla maggioranza.

Sulla questione riguardante l’eventuale insediamento in agro di Melpignano ai confini di Maglie di un impianto di compostaggio per rifiuti, la minoranza ha presentato una pregiudiziale al fine di conoscere, anche attraverso la convocazione di apposita commissione, la documentazione, la natura e l’entità di tale progetto, non potendosi pronunciare in merito a questioni di cui si hanno ben poche informazioni, peraltro provenienti dalla stampa.

La pregiudiziale ha incontrato l’opposizione della maggioranza, costringendo la minoranza, con l’eccezione di due Consiglieri comunali, ad abbandonare l’aula. Approfondisci QUI

Posted in News.